Notizie

Zona Rossa e Piano Freddo.

Da venerdì 6 novembre la Lombardia è zona rossa. “È vietato ogni spostamento, anche all’ interno del proprio comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute” (Dpcm del 3 novembre), l’invito del sindaco ai milanesi è di stare in casa il più possibile.Per le persone senza fissa dimora che vivono a Milano e si rivolgono ai nostri sportelli non ci sono però né indicazioni né risposte.


Milano al suo secondo lockdown non ha ancora comunicato i dettagli del Piano freddo, il progetto attivo in genere da novembre a marzo, per accogliere le persone senza fissa dimora nei mesi più freddi, che quest’anno, come da previsioni, si svolgerà durante la pandemia di Covid-19. Dalla pagina del sito (aggiornata ad agosto 2020), il Comune di Milano dichiara la capienza massima di 2700 posti letto come gli scorsi anni, ma afferma di lavorare al potenziamento dei posti letto disponibili e chiede a cittadini e operatori di attivarsi per segnalare le persone fragili in stato di necessità.


Chiediamo quindi alle istituzioni pubbliche milanesi, dato che le informazioni sul piano freddo sono ancora faticosamente accessibili: Quando inizierà il piano freddo? Quante persone potranno essere accolte? In quante strutture? Con quale modalità di accesso in considerazione delle misure necessarie per l’emergenza sanitaria in corso?


Il momento presente rivendica risposte urgenti, serie e concrete per il diritto alla salute di tutti.
Naga, Mutuo Soccorso Milano, Ri-Make

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.