tl_files/naga/immagini/head_gruppi/head_consu.jpg

Perché?

Il riscontro nei pazienti di una serie di sintomi psicosomatici, la constatazione che un lungo periodo di presenza irregolare sul territorio incida negativamente sulla sfera psico-affettiva dei cittadini stranieri e l'incapacità del servizio pubblico di farsi carico di questi bisogni, hanno determinato la costituzione di un servizio di consulenze psicologiche all'interno del Naga.

Come?

Il servizio offre sostegno psicologico a coloro che attraversano momenti di crisi durante il percorso migratorio, attuando una presa in carico congiunta con il medico in caso di patologia psichiatrica.

Chi?

Il servizio di consulenza psicologicha è composto da circa 10 psicologi volontari.

Quanti?

Ogni anno il servizio svolge 70 primi colloqui. Sono circa 30 i pazienti che vengono presi in carico in modo continuativo.

Bookmark and Share
Notizie Naga

20/06/2018

La giornata mondiale del rifugiato

Il commento del Naga

Leggi tutto »

11/06/2018

Risiko con pedine umane.

Il commento del Naga.

Leggi tutto »