NagaNews > Comunicati stampa > Notizie Naga

Comunicati Stampa

Raccogliere la sfida della complessità

06/04/2018

Le richieste del Naga per le famiglie sgomberate dall'ex caserma Perrucchetti. E non solo.

 

Si è tenuta oggi una conferenza stampa con le famiglie sgomberate rom dall'ex caserma Perrucchetti, luogo testimonianza di come il territorio milanese sia sempre più popolato da persone che non hanno un alloggio e che vivono in condizioni di massimo degrado, costantemente sgomberate/allontanate, in luoghi sempre più nascosti. Si tratta di diverse categorie di persone: famiglie rom, immigrati irregolari/diniegati e clochard (soprattutto italiani).

"Siamo 100 persone che non sanno più dove andare; i bambini non vanno più a scuola; molti di loro sono malati; i più fortunati di noi hanno un camper e nel bosco ci sono accampate 30 famiglie." Sono queste le parole della famiglia Suleimanovic, rom di origine bosniaca, stamani presente alla conferenza stampa e che rappresenta un riassunto della storia dei 3000 rom di Milano da anni sgomberati: sono in Italia da 25 anni, marito e moglie, incensurati e hanno subito il furto di tutto quello che possedevano come dei terreni dovevo vivevano a Muggiano.

Chiediamo quindi, insieme alle persone sgomberate, all'Amministrazione Comunale di raccogliere la sfida della complessità di questo fenomeno e di gestire il problema in modo coraggioso riconoscendo le diversità e cioè pensando/predisponendo soluzioni diversificate che tengano conto delle singole soggettività, garantendo a tutti una sistemazione dignitosa.

Chiediamo all'Amministrazione di abbandonare politiche di sola polverizzazione degli insediamenti che hanno dato, ad oggi, risultati disastrosi. Hanno infatti soltanto reso più fragili le persone e peggiorato le loro condizioni di vita.

Questi i tre provvedimenti più urgenti e realizzabili che chiediamo all'Amministrazione Comunale di adottare per segnare l'inizio di una vera discontinuità nella gestione di quella che non un'emergenza, ma una situazione strutturale nella nostra città:

- interruzione di sgomberi, allontanamenti, "dimissioni" dai centri;

- trovare soluzioni di lungo periodo per le persone sgomberate, pensando, ad esempio, a piccole micro aree attrezzate (per 50/60 persone, le famiglie allargate), anche per garantire la frequenza scolastica dei bambini e la possibilità di reali percorsi di inclusione oppure prevedere il rientro nei terreni di loro proprietà;

- predisporre in più zone delle aree attrezzate di servizi (acqua, bagni, docce, raccolta rifiuti, lavanderia, attacco elettricità) per rispondere ai bisogni primari di tutte le persone che ne hanno necessità tra cui rom, immigrati regolari, sfrattati ecc ecc ecc.


Info: 349 160 33 05 - 333 8538100 naga@naga.it

Torna

Bookmark and Share