Nagazzetta giugno 2016

il libro

 

A Calais

di Emmanuel Carrère, Adelphi, 49 pagine, 7,00 euro


tl_files/naga/immagini/nagazzetta-web-immagini/libro-72.jpgFin dalla prime pagine, l’autore afferma di voler raccontare Calais, al di là dei migranti. Ma non senza di loro, perché sarebbe impossibile, dato il forte impatto che il loro arrivo esercita sulla città e sui suoi abitanti. Il rischio di cadere nel novero dei turisti dell’informazione, sorta di “circo mediatico” allargato a chi non è professionista dell’informazione in senso stretto, è in agguato, come gli ricorda (rinfaccia) una cittadina che gli scrive con lo pseudonimo di Marguerite Bonnefille. Carrère però non cade nel tranello e tiene ben ferma l’attenzione su Calais e sui calesiani. E il giudizio che ne esce è pacato, ma impietoso. Non per i proclami razzisti urlati dai sostenitori del Fronte Nazionale – gli stessi dei leghisti nostrani –, ma perché dal suo racconto traspare che, pur essendo meno precaria di quella dei migranti che si raccolgono alle porte della città, la condizione di molti calesiani è molto più stagnante e percepita come irrimediabile. E allora diventa facile cedere al risentimento verso coloro che, contro ogni ragione logica, conservano un’energia e una straordinaria fame di vita, pur vivendo nella “Giungla”, la baraccopoli alle porte di Calais, dove tutto quello che di brutto può accadere, accade. Una stagnazione, quella descritta da Carrère, che Calais condivide con molte città, non solo di Francia, ma dell’intera Europa. Un male che si preferisce attribuire agli ultimi arrivati (i migranti), piuttosto che indagarne le radici profonde. Un male che spinge a rinchiudersi nella propria identità (in questo caso quella di calesiano), senza accorgersi che questa non c’è più a causa di uno sgretolamento interno, e non per il vituperato arrivo dall’esterno. 

 

 

Torna

Bookmark and Share
Notizie Naga

29/06/2018

L'Isola Europa: il reality.

Il commento del Naga al vertice europeo

Leggi tutto »

20/06/2018

La giornata mondiale del rifugiato

Il commento del Naga

Leggi tutto »

Eventi

17/07/2018

23/09/2018

Un calcio al razzismo - In torneo per Italo
Partecipa alla terza edizione del torneo!

Leggi tutto »