Notizie

Corelli: solo nuovo uso o anche nuovi obiettivi?

Corelli: solo nuovo uso o anche nuovi
obiettivi?

La richiesta di standard minimi di accoglienza

 

Sembra
che
per ora, a Milano non aprirà un nuovo vergognoso Centro Di
Identificazione ed Espulsione (CIE), ma un centro volto
all’accoglienza dei cittadini stranieri che arrivano in città.

Il fatto che a Milano non
aprirà un CIE è una buona notizia, ma chiediamo chiarimenti su
quali saranno le modalità di gestione e gli obiettivi del
nuovo Centro
” afferma Luca Cusani, Presidente del Naga.

Gli ‘ospiti’ saranno
liberi di entrare e uscire quando vogliono? Perché una simile
struttura è stata affidata ad una società che gestisce
carceri? Sebbene si tratti della società che ha vinto l’appalto per il
CIE, non sarebbe stato più appropriato affidarsi a chi ha
esperienza, appunto, di accoglienza? Con quali criteri saranno
‘selezionati’ gli ospiti? Chi potrà avere accesso
all’assistenza o chi resterà fuori? Gli ‘ospiti’ potranno
ricevere liberamente visite? Giornalisti e avvocati potranno
avere libero accesso? Queste sono alcune delle domande che ci
poniamo e che poniamo al Comune
. Ci auguriamo che il
cambio d’uso della struttura coincida con un reale cambio di
obiettivi
” prosegue il Presidente del Naga.

Pur riconoscendone gli
aspetti positivi come Naga chiediamo il rispetto di standard
minimi di accoglienza e constatiamo amaramente che siamo di
fronte ad un’ennesima soluzione emergenziale e non strutturale
.”
Conclude Cusani.

Il
Naga
monitorerà la gestione del nuovo centro e denuncerà eventuali
violazioni dei diritti fondamentali.

Info: naga@naga.it 349 160 33 05

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.