Notizie

Rinnovata Cura

Una circolare inviata nei giorni
scorsi dal Dipartimento di pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno a
prefetti e questori invita ad una “rinnovata cura nelle attività
d’identificazione e fotosegnalamento dei migranti”.

Dopo quasi un anno in cui non si
è proceduto con l’identificazione delle persone che arrivavano in Italia, o
almeno non di tutte, arriva il cambio di rotta, senza però che la normativa
europea effettivamente sia cambiata…

Proponiamo di seguito una rassegna di quanto è stato
dichiarato nei giorni successivi all’emanazione di questa circolaree non
possiamo che concordare con il Prefetto Morcone…

«Che Europa dell’asilo – continua Morcone – è
un’Europa che tiene prigionieri in un singolo Stato coloro ai quali abbiamo
riconosciuto la protezione internazionale? Che Europa è quella che ripristina,
in sostanza, i confini nazionali solo per i migranti che comunque abbiamo
ritenuto meritevoli del nostro aiuto?».

Foto e impronte: adesso i profughi vengono schedati,
di Stefano Pasta (con dichiarazioni del Prefetto Morcone)

Dagli occhi chiusi alle foto segnaletiche, una riflessione della Fondazione Casa della Carità

Impronte dei profughi, Asgi: “No all’uso della forza,
ora il piano asilo”

Impronte ai profughi. Chaouki: teniamo alta la guardia sugli
abusi

Regolamento Dublino, il Viminale:
“Tutti identificati, anche con la forza”
(con dichiarazioni di CIR, Arci,
Fondazione Migrantes, Casa della Carità)

Immigrati: Majorino, totale disordine nel fotosegnalamento
dei profughi

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.