Notizie

Attese

Nella sala d’attesa del Naga ognuno ha il suo modo di “aspettare”. Chi legge, chi si guarda intorno, chi tiene in mano le analisi, chi chiacchiera, chi dorme, chi conta le persone che ha davanti, chi guarda l’orologio, chi si prende un caffè, chi, semplicemente, aspetta. E poi c’è chi guarda la cartina geografica appesa al muro e si alza per indicare da dove è venuto, che viaggio ha fatto e dove è arrivato. Dopo tanti anni, dopo tante dita che hanno indicato luoghi e ricordi, la cartina ha perso colore, ma ha guadagnato tante storie.

Foto sala d’attesa M. Di Nonno.

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.