Notizie

Dossier Libia

Le politiche europee e quelle degli ultimi Ministri dell’Interno italiani da anni sono impegnate a costruire le nuove frontiere dell’Europa, nel tentativo di “sigillarne” i confini. Frontiere volte a fermare il flusso dei rifugiati e migranti economici, motivando queste azioni come necessarie al contrasto dell’immigrazione irregolare. La Libia è diventata una “zona cuscinetto” dove i tavoli politici contrattano accordi economici e diritti umani, summit con capi di stato e strette di mano mentre le motovedette libiche minacciano le ONG che operano nel Mediterraneo, durante le operazioni di salvataggio, per la riconsegna di esseri umani.

I centri di detenzione in Libia sono lager denunciati da tutti i migranti che hanno transitato per il paese prima di affrontare il  viaggio ed arrivare in Europa. Le vittime delle torture, delle violenze, degli stupri, degli abusi, dei ricatti a livello economico sono migliaia: uomini, donne e minori. Nessuno escluso.

Le testimonianze raccolte, i video, gli audio, le interviste, i reportage internazionali, le denunce degli organismi internazionali, i rapporti di ONG come Amnesty, MSF, Open Arms tra gli altri, gli aggiornamenti sulla giurisprudenza di ASGI,  saranno i materiali che potranno essere consultati sul nuovo sito DOSSIER LIBIA, lanciato il  28 novembre 2018. Leggi tutto il Comunicato Stampa

 

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.