Notizie

Pensieri dal Naga.

La scorsa settimana si è presentato un giovane uomo, che è stato aiutato da una persona in attesa perchè traducesse il suo bisogno che in realtà era vago, aveva bisogno di tutto per cui era difficile esprimerlo con le parole.
Una volontaria gli ha dedicato molto tempo, poi si sedeva ma dopo un pò aveva bisogno di chiedere ancora prima di fare la visita medica.
Era arrivato presto, ma si è fermato fino alla chiusura.
Anzi, il momento in cui abbiamo spento la luce è andato a rifornirsi d’ acqua.Prima di andare a casa ho fatto un giro dell’isolato e l’ho ritrovato seduto sui gradini davanti alla porta del Naga: aspettava.
Mi ha commosso rivederlo, si è fermato in un luogo, uno spazio di perimetro, con porta, finestra e tetto dove anche solo la fantasia d’ accoglienza poteva dargli un senso di vita.
#prendersicura

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.