Notizie

Vaccini agli irregolari: il Naga scrive al Sindaco Sala.

Il virus non conosce confini, che non vanno quindi imposti alla vaccinazione.

Lo dice la scienza, lo conferma la legge.

Secondo le legge italiana (Art.35 Testo Unico sull’Immigrazione) hanno diritto ad accedere alle vaccinazioni anche le cittadine e i cittadini stranieri senza documenti.

A dicembre 2020 in Italia è ufficialmente partita la campagna vaccinale anti Covid-19 ma solo a giugno 2021 la Regione Lombardia ha finalmente iniziato a considerare come includere le persone presenti in Italia senza permesso di soggiorno.

Oggi, a inizio luglio, purtroppo ci sono ancora intere categorie di persone escluse.

“In più occasioni ci siamo rivolti alla Regione Lombardia affinché trovasse una modalità pubblica, diretta e efficace per permettere anche le cittadine e i cittadini stranieri senza documenti di ricevere il vaccino.
Non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta.” Afferma la presidente del Naga, Sabina Alasia. “Abbiamo ora deciso di rivolgerci anche al Sindaco di Milano Giuseppe Sala affinché si impegni a sostenere la richiesta di un accesso diretto. Accesso diretto che non può essere sostituito dall’intervento delle associazioni o di altri enti del terzo settore perché, oltre a non poter raggiungere tutte le persone, la salute è una responsabilità inderogabile e fondamentale delle Istituzioni alle quali chiediamo  di fare la loro parte. Al più presto perché è già troppo tardi.” conclude la Presidente.

A questo link la lettera.

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.