Notizie

La nostra normalità

E’ quasi l’ora di pranzo, esco dal Naga per andare al panificio.E stata una mattinata intensa e affollata e ci sono ancora persone in attesa. Faccio le scale e trovo un signore che aspetta con un quaderno aperto sulle gambe mentre sta cercando la traduzione di alcune parole sul telefono. “Studia mentre aspetta?” gli chiedo. ” Si voglio prendere la patente per guidare i camion” mi risponde sorridendo e stupito del mio interesse. “In bocca al lupo” gli dico salutandolo.


Mentre esco penso che sono proprio questi piccoli incontri quotidiani che rendono questo posto così speciale. Piccoli incontri pieni di normalità all’interno di un luogo che pratica davvero accoglienza, un’accoglienza così normale e così calorosa che ti permette anche di metterti tranquillo ad aspettare con un quaderno sulle gambe.


#NOINONRIAPRIAMO #perchénonabbiamomaichiuso

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.