Notizie

Il Naga risponde a Beppe Severgnini

Oggi sul Corriere della Sera su Italians Beppe Severgnini chiede la nostra opinione… Eccola:

Caro Beppe Severgnini,siamo molto contenti che lei voglia sentire la nostra opinione, anche se la questione ci sembra molto semplice.Il Naga la pensa proprio come il legislatore: la legge è uguale per tutti e per tutte.Se una persona commette un reato, ne deve rispondere secondo la legge.Non sono previste distinzioni che si configurerebbero come discriminazioni.

Per quanto riguarda gli arresti domiciliari, anche in questo caso sarà il Giudice a valutare l’opportunità e la fattibilità di questa soluzione, anche se le condizioni abitative delle persone rom spesso ostacolano l’accesso alle misure alternative, costituendo una discriminazione di fatto.Da parte nostra ci spiace doverlo sottolineare, ma essere rom e incinta non è un’aggravante; più che ragionare su ipotesi di legislazioni speciali, sarebbe il caso di affrontare seriamente il problema della povertà, per tutte le persone, rom e non.

Cordiali saluti,Anna Radice – Presidente Naga

Qui il quesito su Italians: https://italians.corriere.it/…/borseggi-e-gravidanze…/

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.