Notizie

Senza selezioni all’ingresso.

“Perché non intendiamo in alcun modo mettere in discussione il diritto d’asilo per chi fugge da guerre e persecuzioni. Tutto quello che vogliamo fare in rapporto al tema immigrazione è impedire che la selezione di ingresso in Italia la facciano gli scafisti”.

Lo ha detto “il” Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, nel suo discorso per la fiducia alla Camera, e noi siamo d’accordo con lei: a nessuno dovrebbe essere concesso di compiere “selezioni all’ingresso”; non certo attraverso il gioco crudele basato sul mix di fortuna e scaltrezza in voga oggi, che ha come prezzo la vita, ma neanche stilando ipotetiche graduatorie di bisogni e desideri, come il suo discorso lascia intendere.

Nel frattempo, lontano dai riflettori il nuovo Ministro dell’Interno Piantedosi ridà vigore alla mai interrotta guerra contro chi salva vite in mare, ribadendo così che il “nemico” non sono affatto i cosiddetti scafisti, ma tutte le persone migranti.

Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali, e condividono lo stesso diritto a cercare pace, sicurezza e opportunità di vita indipendentemente dal luogo in cui sono nati: questo il solo principio che riconosciamo e che continuerà a guidarci nella nostra attività quotidiana. Senza selezioni all’ingresso.

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.