Notizie

Giornata Internazionale della Copertura Sanitaria Universale

12 dicembre, Giornata Internazionale della Copertura Sanitaria Universale, istituita dalle Nazioni Unite.

L’obiettivo delle Nazioni Unite è raggiungere la copertura sanitaria universale entro il 2030: significa garantire servizi sanitari essenziali e di qualità a chiunque, in particolare ai segmenti più poveri della popolazione.

In Italia, la copertura sanitaria è garantita “a chiunque”?

Nel nostro Paese la salute è tutelata dall’art. 32 della Costituzione come “diritto dell’individuo e interesse della collettività”, mentre il Testo Unico sull’Immigrazione garantisce ai cittadini stranieri non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno le cure “urgenti o comunque essenziali, ancorché continuative” (art. 35 comma 3 D. Lgs. 286/1998). Nella pratica, per fornire le cure alle persone straniere senza permesso di soggiorno, le strutture sanitarie dovrebbero rilasciare all’assistito il codice STP (straniero temporaneamente residente) per consentire le cure urgenti, essenziali e continuative. Quindi non solo l’urgenza, ma anche il secondo livello come esami e farmaci.

Il codice STP soprattutto in Lombardia non è rilasciato in modo omogeneo e inoltre non permette l’iscrizione al medico di base che renderebbe invece l’accesso alle cure effettivo e universale.

Ed è quello che chiediamo da anni, e che proprio oggi vogliamo ribadire.

Scorri le slide per leggere la storia di M.B.

#siamodisarmatinaga

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.