Idealismo radicale

e pratiche quotidiane.

Il Naga

“Un’associazione fa delle cose concrete, non siamo né un partito né un sindacato e non dobbiamo sostituire pezzi di Stato mancante… Il volontariato deve trovare nuove ricette, coprire zone d’ombra, sperimentare, praticare e  fare luce su fenomeni nascosti…” Italo Siena, fondatore del Naga

I 400 volontari del Naga garantiscono assistenza sanitaria, legale e sociale gratuita a cittadini stranieri irregolari e non, a rom, sinti, richiedenti asilo, rifugiati e vittime della tortura, oltre a portare avanti attività di formazione, documentazione e lobbying sulle Istituzioni. Il Naga si propone di estinguersi quando gli organismi pubblici preposti assumeranno concreta e diretta gestione dell’immigrazione.

Noi crediamo che:


  • La libera circolazione sia un diritto irrinunciabile delle persone e consideriamo l’immigrazione un fenomeno strutturale e immanente della Storia umana.
  • I diritti debbano essere riconosciuti ai cittadini stranieri a parità di condizioni con i cittadini italiani. Il Naga favorisce l’emersione di nuovi diritti di cittadinanza per le persone migranti, anche se irregolari sul territorio nazionale e vigila sulla concreta ed effettiva applicazione dei diritti già riconosciuti.
  • Il diritto alla salute per i cittadini stranieri, anche se irregolari sul territorio nazionale, sia imprescindibile e irrinunciabile e che debba essere garantito dal servizio sanitario pubblico.

  • Qualsiasi forma di detenzione speciale, diretta o indiretta, correlata alla condizione di immigrato senza documento di soggiorno sia da rifiutare.
  • Debba essere riconosciuta e promossa l’effettiva tutela dei diritti dei cittadini stranieri detenuti e rifiuta qualsiasi meccanismo di discriminazione, diretta o indiretta, nei loro confronti.
  • Sia indispensabile agire in modo indipendente dai partiti politici, dalle istituzioni, dalle organizzazioni sindacali e religiose e dai soggetti finanziatori, senza precludere la partecipazione a reti, iniziative, movimenti e campagne che rispettino l’oggetto sociale del Naga.


Numeri e Bilancio

Tutte le nostre attività sono gratuite.
Il Naga vive di lavoro volontario e riceve fondi da privati, fondazioni e organizzazioni internazionali che hanno deciso di condividere i nostri principi e le nostre attività.


2000

Consulenze legali


400

Volontari


2

Unità mobili


10000

Visite mediche


1500

Vittime della tortura assistite


3

Carceri in cui portiamo assistenza


Le nostre risorse

Le nostre entrate

Le nostre spese


L’immobile, di valore non determinabile, sito in Milano, in via Zamenhof n. 7A, foglio 522 Particella 298 Subalterno 703, è concesso in comodato modale dalla Fondazione Ravasi Garzanti a Naga ODV, giusta contratto sottoscritto in data 12/02/2004.

Le attività del Naga sono finanziate da 5×1000, privati cittadini e cittadine, fondazioni ed enti come dettagliato nei bilanci.

 

Sostieni il Naga, adesso.

Il tuo sostegno, la nostra indipendenza.